Potenza – "Lezioni di vita": un nuovo progetto di sensibilizzazione per le scuole della città

 A Potenza prende il via un nuovo progetto di sensibilizzazione rivolto ai ragazzi delle scuole della città sui \”Comportamenti a rischio\” ad opera di due donne : Caterina Errico e Marianna Losasso.


Da ormai più di un anno i ragazzi di tutta Italia sono costretti a frequentare le lezioni scolastiche attraverso gli strumenti informatici a distanza.
A Potenza la D.a.d è diventata un\’ opportunità, piuttosto che un impedimento grazie all\’opera di Caterina Errico e la c
ounsellor Marianna Losasso, che hanno offerto ad alcune classi degli Istituti secondari di secondo grado potentini delle vere e proprie \”lezioni di vita\”.

Il progetto: \”No ai comportamenti a rischio\”

\”Ho avuto modo per la prima volta nella mia vita, grazie a Marianna Losasso ed agli insegnanti delle classi con cui mi sono confrontata, di realizzare il mio desiderio più grande, ovvero sensibilizzare ed informare riguardo l\’argomento comportamenti a rischio.\” Queste sono le parole di Caterina, 34 anni, che spiega come avesse da tempo il desiderio di parlare con i giovani adolescenti ed informarli sui rischi che corrono ogni giorno. Caterina, infatti, è stata affetta per diverso tempo di dipendenze da alcool e affettiva, aggravate dall\’esperienza della malattia e del lutto della madre. Esse , per la giovane donna, fungevano da vie di fuga da una realtà difficile e in quel momento inaccettabile per lei. Le dipendenze, di qualsiasi genere, vengono spesso sottovalutate ma sono molto pericolose soprattutto per i giovani, a tratti inesperti, che si stanno affacciando ora alle esperienze positive e negative che la vita comporta. L\’obiettivo è quello di mettere faccia a faccia i ragazzi con il lato rischioso delle dipendenze e delle conseguenze disastrose che esse possono avere sulle condizioni psico-fisiche di chi ne è affetto e la difficile condizione delle famiglie di quest\’ultimi; attraverso scorci di vita vera . Quella di Caterina non è sono una storia di errori, ma di riscatto. Dopo la disintossicazione ed un percorso di riabilitazione psicologica, oggi cerca di aiutare quante più persone possibili a non cadere in comportamenti rischiosi, ma soprattutto che è sempre possibile ed importante chiedere \”aiuto\” . Farsi aiutare ,infatti, non è una vergogna, ma il primo passo verso la guarigione e la libertà personale ed è questo il messaggio più importante che vuole trasmettere questo progetto.


La reazione degli studenti e delle insegnanti \”L\’emozione che si è creata, in camera con Marianna ed attraverso un semplice schermo con i ragazzi, è stata grande, la commozione, il silenzio e le loro domande, mi hanno fatta capire che forse in qualcosa sono brava e quel qualcosa è la trasparenza e la chiarezza nel comunicare i danni, i rischi e le mie vicissitudini\” I ragazzi si sono immedesimati nella storia di Caterina e l\’emozione che ne è scaturita, come dice lei stessa, era assolutamente tangibile. Anche dopo la lezione ha continuato a ricevere messaggi di ringraziamento da parte dei giovani studenti per aver condiviso la sua storia e per il messaggio fondamentale che ne è scaturito.


\”Mi sono sempre piaciute, fin da piccola, le orchestre…quei fiati, violini, tasti leggeri che creavano sinfonie meravigliose. Rimanevo in ascolto quando il buio a tratti interrompeva la luce e mi faceva vedere più in fondo e chiaramente ciò che mi dicevano quelle note, quelle parole. Nel buio tutto mi appariva più chiaro. Ed è così che la vita mi ha arricchito di tutto questo amore di cui sono innamorata, infinitamente grata..\” Queste le parole di Marianna Losasso, dalle quali si può dedurre chiaramente come solo ascoltare queste esperienze sia un enorme arricchimento per i giovani e non solo. L\’informazione è un aspetto fondamentale per quanto riguarda la lotta contro i comportamenti a rischio, tanto più quando è avvalorata dal racconto di un\’esperienza concreta dal quale si può trarre esempio ed ispirazione. Il proseguimento del progetto Il progetto di sensibilizzazione sui comportamenti a rischi proseguirà in altre classi degli istituti potentini. Per ospitare questa \”lezione di vita\” nelle proprie classi o volesse chiedere aiuto e/o informazioni, può contattare Caterina e Marianna che sono sempre a disposizione.



Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *