La Rubrica di Ermatto de Maria: Quadrifoglio

 Questo non è un articolo, è una lettera, per parlarvi un po’ di me, di questo percorso che abbiamo fatto insieme per tutti questi mesi e parlare di voi, alcuni saranno menzionati in prima persona perché li conosco molto bene, altri in generale, ma sappiate che avete fatto tutti parte allo stesso modo di questo viaggio incredibile. Questa è la storia di “ermattodemaria” sul web. Prego.

È incredibile come tutte le belle cose nascano per gioco, sei convinto di aprire un profilo semplicemente per riuscire a far star bene e divertire le persone, quando ti accorgi che sono loro che fanno a te questo effetto. 

Altrettanto incredibile è come mi venga facile parlare degli altri ma difficile parlare di me. Vabbè, inizio.

Ermattodemaria nasce a gennaio, in un mese in cui la mia regione era zona arancione, non c’erano tante cose da fare e sinceramente gli stimoli erano pochi. L’unica cosa che facevo, era andare alle registrazioni di amici e mi son detto: “perché non parlare di amici, in maniera ironica e riuscire a strappare magari qualche sorriso alle persone?” Bene, tempo 2 minuti, ed ho aperto questo profilo. Molto probabilmente tutti per la prima volta hanno iniziato a seguirmi per le anticipazioni, che si è vero, le davo, ma sinceramente il mio scopo sul web, non era quello, le davo semplicemente perché avevo questo “privilegio” di andare in puntata rispetto ad altri, e quindi perché non dirlo? Fatto sta che ancora oggi mi arrabbio se mi definiscono pagina di anticipazioni. Si perché odio ogni tipo di gossip, qualsiasi persona che vuole far vedere che ha notizie prima degli altri, semplicemente per consensi e mi piace, io non volevo tutto questo e, sinceramente penso di aver ottenuto tutto ciò,semplicemente essendo me stesso. In un programma come amici, è normale avere preferenze e come ben sapete io ho la mia, nonostante questo però, sono felicissimo di aver stretto rapporti anche con chi non ha la mia stessa preferenza, ma apprezza quello faccio e accompagna il tutto con una risata. Questo profilo non ha il minimo margine di odio e solo chi cerca il marcio e il sotterfugio può dire il contrario, sfido chiunque a scorrere sul mio profilo per un tot di tempo, non troverai mai nulla di offensivo, di grave, è così, è il mio modo e chi lo capisce è ben accetto.

Bene, dalla teoria passiamo ad un po’ di pratica, perché si  questa è la cronistoria del mio profilo. La storia è un’altra però, e ne fate parte tutti voi. 

Vi ricordate quando vi dicevo se stavate bene? Se tutto era ok?

Voi rispondevate, con le vostre storie ed io ero felice di leggervi, fino a che non arrivava una domanda con scritto:” e tu invece come stai?”

Ho sempre risposto “molto bene” quando alcune volte non era così ma son problemi miei, avevo un peso sulle spalle che forse mi sono messo da solo, non volevo farmi vedere giù da voi, perché boh, non era necessario e credevo di essere un punto di rifermento per voi, piano piano ho iniziato a capire però che lo eravate voi per me, perché solo quando dopo una pesante giornata di lavoro, tornavo e aprivo il cellulare, vedere i vostri messaggi mi faceva tornare il buon umore.

I RINGRAZIAMENTI DI ERMY

Anna e Martina, voi siete state le prime due a conoscermi, siete state e siete i miei punti di riferimento, mi avete fatto tanto ridere e abbiamo passato dei momenti insieme nel nostro gruppo che non scorderò mai e poi mai, rimanete sempre come siete, non smetterò mai di volervi bene.

Gio, sei una stronza, non so come farò senza le nostre chiacchierate notturne sulla trap del 2016, sui Navigli di Milano e su tutte quelle strane cose di cui parliamo ogni giorno, sei una persona MEGA intelligente e certe volte mi sento anche in difficoltà a parlare con te per questo.Sei il mio corvetto preferito, sei geniale e ti voglio veramente bene.

Il gruppo popolo di Twitter.

Alessia credo che entro la fine di amici non riuscirò a trovare un profilo più divertente del tuo. Ilaria non smettere mai di fare video perché vivo di questo. Marzia sei la donna delle grafiche e degli audio più belli di Twitter. Delle altre scusatemi ma non ricordo i veri nomi, solo quelli delle pagine, siete state fondamentali per me e parlare con voi mi libera completamente la testa, grazie.

Vero, in realtà un po’ mi manca parlare nella nostra chat segreta continuando a chiamarci “AMA”, sei stata tipo una delle persone con cui mi sono sfogato di più e abbiamo parlato della qualunque, sei super piccolina e ti voglio tanto bene.

Amelie, Giulia e Gea, siete delle ragazze super intelligenti ed ho capito subito che potevo fidarmi di voi. Amelie, resta sempre così come sei perché quel tuo lato “infantile” dà una botta di felicità a tutti quanti. Giulia, sei tipo una delle poche che parla milanese ma che non mi da fastidio, ti chiami Giulia ed hai tipo 100 in più, sei tanto solare e gentile,ti voglio bene. Infine Gea, come ti ho già detto per me sei tipo troppo intelligente e quasi mi fai paura, ma rimani così, grazie.

Mapi,Flavia,Agata,Alba QUANTO VE VOJO BENE NON LO SAPETE RAGAZZE MIE. 

Mapi non mi scorderò mai quando mi hai detto come si cambiava nome utente, sei una delle persone più carine che io abbia mai conosciuto. Flavietta, sei letteralmente il sole, sei la mia Ludovica Martino e mi trasmetti tantissima felicità. Agata e Alba mi uccidete dalle risate, non saprei che fare senza sto gruppo. Grazie.

CRISTINA E MARTINA. Voi siete le due fan di deddy e rosa con cui ho stretto un bel legame, siete super cute e sto veramente bene a parlare con voi, grazie.

A tutti quelli che non sono stati menzionati in prima persona, sappiate che mi ricordo di voi ad uno ad uno fino ad arrivare a 9.000, ma non ho tutto questo spazio ed ho prediletto le persone con cui parlo giornalmente. Sappiate che siete tutti speciali allo stesso modo, il messaggio che vorrei mandare non è tanto personale in realtà, sto parlando di me ma è come se parlassi di tutti. Stare su un social non dovrebbe essere straziante e deprimente, usiamo i social come dovrebbero essere usati, ho conosciuto una sorta di famiglia qui io, vi voglio bene dal primo all’ultimo. Non so che fine faremo dopo questo programma, se continuerete a seguirmi io sarò sempre qui.

Vostre fedele,

Ermy.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *